Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Da chef a scrittore, Mario Cornali del Collina presenta il suo libro al mercato della Cantina Val San Martino

In occasione del Mercatino dell'agricoltore in Cantina" in Cantina Val San Martino a Pontida lo chef del ristorante Collina di Almenno San Bartolome, Mario Cornali, presenterà il suo libro "La dispensa de giorno prima" che ripercorre i surreali giorni del lockdown.
1 Giugno 2022

Sabato 4 Giugno, come per ogni primo sabato di ogni mese, consueto appuntamento per incontrare i piccoli produttori ed artigiani del territorio, con il "Mercatino dell'agricoltore in Cantina" in Cantina Val San Martino a Pontida,  in via Bergamo 1195, dalle 8.30 alle 12.30. In occasione del mercatino alle 10.30 si terrà la presentazione del libro "La dispensa de giorno prima" dello chef del ristorante Collina Mario Cornali.

Al mercatino agricolo si potranno trovare tanti squisiti prodotti del nostro territorio come molti tipi di formaggi vaccini e formaggi caprini, farina, pane, olio, verdura, estratti, miele, confetture, zafferano, salumi, frutti di bosco, tisane, frutta oltre che alcuni artigiani e ovviamente non potrà mancare il vino della Cantina Val San Martino.

I produttori presenti provengono esclusivamente dai paesi limitrofi, sia dalla Val San Martino che dalla Valle Imagna. Il Mercatino si svolgerà proprio sotto la grande volta della Cantina, quindi è confermato anche in caso di pioggia.

"La dispensa de giorno prima" di Mario Cornali, rinomato chef del ristorante Collina e scrittore, è un bellissimo romanzo che ripercorre i surreali giorni del lockdown. Interverrà, oltre a Cornali, anche Cesare Rota Nodari che si è occupato della copertina del libro.

"La dispensa del giorno prima" racconta di Alberto e Francesca, di come tutto si fermò improvvisamente come se un mago avesse trasformato ogni cosa in statue di sale. La dispensa di Alberto è accogliente come un grande ventre materno, sostiene e accompagna una comunità forte, orgogliosa e pragmatica la quale scopre un'inedita fragilità. Sono i giorni del lockdown, del silenzio assordante, della natura che si riappropria dei propri spazi e urla il suo possesso, degli odori che inaspettati giungono... i contagi, i decessi, l'impotenza... Certo è che nulla sarà più come prima... eppure era primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross