Libera dal Covid la terapia intensiva del Papa Giovanni a 137 giorni dal primo ricovero

Eleonora Busi 08/07/2020 0 commenti

Il 23 febbraio ci fu il ricovero del primo paziente positivo al Coronavirus. 137 giorni dopo, la terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo è finalmente libera dal Covid. “Oggi è una giornata estremamente importante – ha affermato Luca Lorini, direttore del Dipartimento di Emergenza urgenza e area critica – perché dopo oltre tre mesi e mezzo non abbiamo nessun paziente Covid in rianimazione”.

La terapia intensiva "Covid free" al Papa Giovanni è stata simbolicamente celebrata dal direttore generale Maria Beatrice Stasi, con il direttore sanitario Fabio Pezzoli ed il direttore del Dipartimento di Emergenza urgenza e area critica Luca Lorini, alla presenza di una rappresentanza degli operatori delle terapie intensive.

Si è rispettato qualche istante di silenzio in ricordo delle vittime, poi è partito un applauso per il risultato raggiunto dai circa 400 operatori che lavorano nelle terapie intensive del Papa Giovanni, tra medici, infermieri, operatori di supporto e personale delle pulizie.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

È un applauso che ognuno di noi ha fatto ai propri compagni di avventura – ha aggiunto il dottor Lorini – La unione che si è creata tra i diversi professionisti è stata la nostra forza. È stato ciò che ci ha permesso di combattere questo nemico terribile. Alla fine la vittoria è arrivata”. Attualmente, nell'ospedale sono ricoverati alcuni pazienti colpiti dal virus, ormai negativizzati, ma nei giorni critici i numeri hanno superato le centinaia di pazienti intubati.

Essere qui in rianimazione con i vari collaboratori vestiti delle normali divise è particolarmente emozionante – ha concluso il direttore generale Maria Beatrice Stasi – I numeri erano spaventosi. Oggi il nostro reparto di rianimazione può tornare a dedicarsi a tutte le altre patologie che normalmente trattiamo. Ci auguriamo che questa sia effettivamente una fase discendente e che l’incubo nel quale ci siamo trovati a lavorare nei mesi di marzo e aprile non si ripresenti in futuro”.

Seguici su tutti i nostri canali social

(Fonte immagine in evidenza: ansa.it)

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Febbraio 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28







Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph