Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Ispirata da Google, ecco la prima mappa turistica di Città Alta

La mappa raccoglie, in un unico strumento, tutta una serie di suggerimenti per trascorrere momenti speciali nel solco della tradizione e non solo.
18 Settembre 2019

Ospitality, Comitato che ad oggi conta circa settanta strutture ricettive non alberghiere in Città Alta, ha presentato oggi, alla presenza del Sindaco Giorgio Gori e nella cornice di Piazza Mascheroni vestita di verde da I Maestri del Pesaggio, quella che è stata definita “La prima mappa di Città Alta a misura di turista”.

Realizzata sulla base dell’esperienza diretta con i turisti, sempre alla ricerca di indicazioni credibili ed esperte su luoghi, esperienze, servizi di cui godere dentro le mura della città, la mappa raccoglie, in un unico strumento, tutta una serie di suggerimenti per trascorrere momenti speciali nel solco della tradizione e non solo.

“Oltre alle indicazioni di monumenti, musei, luoghi e viste panoramiche da non perdere – spiega Chicca Maffioletti di Ospitality – nella mappasono presenti suggerimenti per passare piacevolmente la vacanza fra ottimi bar, golosità, ristoranti, shopping e wellness. Per coloro che si concedono periodi di vacanza prolungati, proponiamo anche corsi di lingua italiana, di cucina, esperienze in bici, e-bike, cavallo, servizi di car sharing e auto con conducente per visitare i dintorni e magari degustare anche del buon vino.”

“I flussi turistici nella nostra  provincia – afferma il Sindaco Giorgio Gorihanno registrato negli ultimi anni un consistente aumento, ma hanno anche contemporaneamente rivelato come la permanenza nella nostra città sia prevalentemente di breve durata. Ben vengano, quindi, iniziative come questa che raccontano al turista tutte le opportunità che Bergamo e il suo territorio offrono, anche al di là dei classici itinerari e con una visione attenta a molteplici aspetti, non ultimo quello ambientale.”

Curata da Renata Amigoni, la mappa di ispirazione “googleliana” per l’utilizzo dei puntatori che ne rendono semplice e chiara la consultazione, è stata realizzata in 30.000 copie in distribuzione gratuita presso le strutture aderenti ad Ospitality.

A questo LINK è possibile consultare la mappa in pdf.

Ultime Notizie

X
X
linkcross