Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

La Val Brembana valorizza le sue vie storiche, che sbarcheranno online (e sulla TV nazionale)

Nel 2023 Bergamo, insieme a Brescia, sarà Capitale della Cultura. Per questo motivo la Comunità Montana Valle Brembana, in collaborazione con VisitBrembo, ha deciso di avviare un progetto di promozione a livello turistico e culturale delle antiche vie brembane.
21 Febbraio 2022

Nel 2023 Bergamo, insieme a Brescia, sarà Capitale della Cultura. Un riconoscimento piuttosto importante che porterà così nei nostri territori numerosi turisti sia nazionali che internazionali. Per questo motivo la Comunità Montana Valle Brembana, in collaborazione con VisitBrembo, ha deciso di avviare un progetto di promozione a livello turistico e culturale delle antiche vie brembane, un tempo percorse da abitanti e commercianti per spostarsi fra i paesi e ora patrimonio e memoria storica della nostra valle. I due progetti sono stati resi possibili grazie ad un stanziamento regionale di 115 mila euro complessivi.

Il primo dei due progetti, dal costo di 30 mila euro e presentato per il bando “Lombardia attrattiva” ha come obiettivo la valorizzazione della Via Priula, antico percorso cinquecentesco che collegava Bergamo a Morbegno (in provincia di Sondrio) attraverso la Valle Brembana. Il secondo progetto, costo complessivo di 168 mila euro, ha trovato riscontro nel bando “Viaggio inLombardia” e si occuperà invece di altre tre vie: la Via Mercatorum, così chiamata perché percorsa dai mercanti nel Medioevo, la Via Taverna e la Via del Ferro – queste ultime secondarie.

Il primo passo (in collaborazione con alcuni partner, ovvero diversi Comuni brembani) vedrà la realizzazione di un “censimento” degli interventi portati avanti nel corso degli anni per valorizzare questi percorsi storici. Successivamente si passerà alla loro mappatura, alla redazione dei testi e alle fotografie promozionali. Obiettivo ultimo un sito web / app per smartphone disponibile anche offline (cioè in assenza di rete internet) in cui inserire le informazioni tecniche dei tracciati con relativa geolocalizzazione, informazioni e punti di interesse. Per i turisti meno “tecnologici” verrà realizzato anche materiale cartaceo.

Una volta che tutto sarà pronto, inizierà la fase della promozione che passerà per la realizzazione di video, storytelling e campagne digitali sui social network e tour blog. Infine ci sarà anche una puntata tutta dedicata a queste Vie, che andrà in onda su una trasmissione nazionale.

L'obiettivo finale è invitare i turisti che giungeranno a Bergamo nel 2023 a visitare anche la Valle Brembana e i suoi gioielli, sfruttando l'attrattiva storica e culturale dei nostri territori. I due progetti, inoltre, si inseriscono in un ulteriore progetto a più ampio respiro che vedrà successivamente fasi di ricerca di quei tratti originari e non più recuperabili.

Fonte: L'Eco di Bergamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

X
X
linkcross