Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sofia Goggia torna in pista ed è subito successo: seconda nel Super-G a Garmisch

Vince l'austriaca Nicole Schmidhofer. Per l'Italia bene anche Federica Brignone, quarta.
26 Gennaio 2019

A causa di un infortunio al malleolo destro rimediato in allenamento ad ottobre, la bergamasca Sofia Goggia non gareggiava in Coppa del Mondo da dieci mesi. Una pausa interminabile per gli appassionati di sci orobici che non hanno potuto seguire la propria beniamina. 

Oggi, nel giorno del rientro ufficiale alle gare la sciatrice originaria di Alzano Lombardo torna già a far sorridere i suoi fan: Sofia Goggia è infatti salita sul podio nel SuperG di Cmd a Garmisch classificandosi seconda con il tempo di 1'20''21. Per la Goggia si tratta del suo 23esimo podio in carriera, tra cui 5 vittorie e ovviamente un oro olimpico in discesa. Segnali positivi erano già arrivati nelle prove dei giorni scorsi.

A vincere la gara di Garmisch l'austriaca Nicole Schmidhofer con 1'19''98, terza vittoria in carriera dopo le discese a Cortina e il titolo mondiale. Terza piazza per Lara Gut-Behrami con 1'20''43. Bene anche Federica Brignone quarta con 1'20''53 e le altre italiane: Marta Bassino nona in 1'21"18; Francesca Marsiglia 10a in 1'21"19, Nadia Fanchini, 11a in 1'21"24.

Ai microfoni della Fisi la campionessa bergamasca dichiara: "Sono molto contenta, avevo la gioia nel cuore per essere qui, per poter fare le prove e poter correre indipendentemente da quello che sarebbe stato il risultato. Ma la condizione per provarci e per competere c’era: quindi se fosse arrivato qualcosa bene, se non fosse arrivato sarebbe stato comunque tutto da guadagnare. Ho sciato tranquilla, non ho avuto la minima aspettativa e forse a volte è quello il segreto per essere libera di testa. Ho pensato soltanto a linee perfette e ad appoggi solidi. Ci ho un attimo sperato, poi è arrivata la Schmidhofer e ha tenuto il vantaggio. Ma io ero già contenta di essere al cancelletto di partenza [...] Sono davvero contenta, questo risultato è chiaramente una ciliegina, perché dopo tre mesi di stop con tre giorni di velocità nelle gambe, fare una prestazione del genere è oro colato.

(Fonte Immagine: Fisi)

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross