Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Tre bacioni a Firenze, l'Atalanta resta in zona Champions

Tre punti d'oro, meritati al di là di un risultato rimasto aperto solo per i troppi errori in avanti.
12 Aprile 2021

Tre punti d'oro, meritati al di là di un risultato rimasto aperto solo per i troppi errori in avanti. L'Atalanta vince 3-2 a Firenze e resta fra le prime quattro, con Milan e Juventus nei radar e Napoli, Lazio e Roma pericolosamente in scia. Gasperini conferma la felice scelta tattica della difesa a quattro, che con Verona e Udinese ha portato sei punti.

La linea di difesa davanti a Gollini prevede dunque Toloi, Romero, Palomino e Gosens, con De Roon e Freuler frangiflutti in mediana e quattro attaccanti quattro a svariare in avanti; Pasalic (il più arretrato), Malinovskyi (in stato di grazia), Muriel e Zapata. Iachini chiede ai suoi di seguire a uomo i rispettivi avversari e dietro gli spazi si aprono, con Malinovskyi che gioca bene e di prima.

Dopo 13' arriva  primo gil: cross pennellato dell'ucraino da corner e capocciata imperiosa di Zapata. Il colombiano si divora il raddoppio alla mezzora, sparando sul portiere dopo assist di Pasalic, ma è pronto a sfruttare un sontuoso assist filtrante di Malinovskyi, cogliendo il raddoppio al 40'. Poca cosa la Fiorentina, che arriva dalle parti di Gollini con un colpo di testa di Caceres, fuori di poco, ed un tiro sbilenco di Castrovilli. Vlahovic ha il solo "merito" di far ammonire Romero (salterà la Juve), costringendo Gasp ad inserire prudenzialmente Djimsiiti nell'intervallo.

La ripresa conferma un'Atalanta d'attacco, ma vede la Viola ritrovare il suo centravanti Vllahovic, che in nove minuti pareggia. Prima con una bella volèe su torre di Caceres e poi con un tocco implacabile dopo spunto (l'unico) di Qouamé.

Fra i due gol Gasperini aveva ribaltato lo schema tattico, tornando a tre dietro con Maehele e Gosens larghi, arretrando Pasalic ed inserendo Ilicic al posto di Muriel. Proprio Ilicic realizza il meritatissimo 3-2 su rigore, dopo netto fallo di mano g

igliato. Il risultato resta formalmente in bilico solo perchè l'Atalanta si divora almeno dieci occasioni dieci, con Zapata, Freuler, Pasalic e Gosens. Preziosi restano i tre punti, in una domenica in cui tutte le prime sette hanno.vinto. La lotta Champions resta apertissima e domenica arriva la Juventus: tenetevi forti. L'Atalanta lo è.

Photo Credit: Alberto Mariani

Ultime Notizie

X
X
linkcross