Il teatro alla scoperta di Corna Imagna con 'Trasfigurazioni', tra Cà Berizzi e la Roncaglia

Eleonora Busi 25/06/2021 0 commenti

Quattro eventi, quattro location, quattro forme d'arte, quattro artisti coinvolti: al via la seconda edizione di Trasfigurazioni, rassegna artistica di Compagnia Trasfigura per la valorizzazione della storia e della cultura dei territori, con performance site-specific.

Dal 26 giugno al 4 luglio, nello splendido territorio della Valle Imagna, si svolgeranno quattro eventi a ingresso gratuito, spaziando dall'arte audio-visiva al teatro, dalla musica alla danza. Il progetto, inizialmente previsto per il 2020, è stato uno dei vincitori nella categoria dei 'progetti di associazionismo' nell'ambito del Bando Idee 2019, il contributo a fondo perduto di 25 mila euro complessivi erogato dall'Azienda Speciale Consortile Valle Imagna-Villa d'Almè.

“Il progetto, sostanzialmente, è rimasto immutato – spiega Alice Laspina, fondatrice insieme a Serena Gotti della Compagnia Trasfigura – Sono cambiate una location e due realtà rispetto a quelle coinvolte inizialmente, ma si tratta sempre di una rassegna durante la quale quattro giovani artisti daranno vita a quattro performance uniche focalizzate sulle arti visive e digitali, la musica, la danza, il movimento corporeo e la performance teatrale. Dopo un anno di stop, c'è la volontà ancora più forte di proporre al pubblico quei luoghi magari più decentrati rispetto al fulcri delle attività culturali molto più note, in un contesto come quello della Valle Imagna dove tutto si riduce alla dimensione della comunità, delle associazioni locali”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

 

L'obiettivo, quindi, è ben chiaro: portare qualcosa di diverso, di innovativo e fresco, creato da giovani con performance cucite su misura di quei luoghi forse più distanti, ma davvero belli e suggestivi. Il programma – quattro gli show, tutti ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria scrivendo a info@trasfigura.it oppure al numero 345.5055810 (WhatsApp) – si apre sabato 26 giugno a Villa Locatelli Milesi di Villa d'Almè: qui, l'artista Andrea Marinelli darà vista a 'SECRETSHOW', una performance audiovisiva con installazioni luminose, che sfrutteranno l'architettura della struttura.

Domenica 27 giugno è il turno di 'Dilatazioni. L'arte che (non) ti immagini', una performance teatrale itinerante alla scoperta delle bellezze ed opere artistiche che si celano fra Ca' Berizzi e l'Antica Locanda Roncaglia di Corna Imagna, a cura della Compagnia Trasfigura. Sabato 3 luglio toccherà a 'Negotium', performance sonora di Sebastiano Ruggeri presso la Fornace Parietti di Almenno San Bartolomeo: un'esibizione legata ad un contesto intimo, alla quale potranno assistere solo cinque persone per volta, legata a doppio filo con la storia ed il lavoro della Fornace. Infine domenica 4 luglio nella meravigliosa e suggestiva cornice della Valle Brunone a Berbenno ci sarà il laboratorio corporeo 'Sopra(L)Luogo' a cura d Barbara Giupponi, una straordinaria danzatrice bergamasca che coinvolgerà anche il pubblico presente.

“Si tratta di un modo per rivedere questi luoghi in una chiave più bella, per far capire anche dopo un anno di chiusure e lockdown che è bello poter riscoprire con occhi nuovi i luoghi che ci circondano e più prossimi a noi, che non serve andare tanto lontano per vedere qualcosa di meraviglioso – prosegue Alice –. Il nostro progetto non vuole portare in Valle Imagna qualcosa di pre-confezionato, ma piuttosto una nuova visione, un nuovo sapore sui luoghi che siano fatti proprio su misura della valle”. Dietro la Compagnia Trasfigura ci sono due dinamiche ed entusiaste ragazze – Alice Laspina e Serena Gotti – che hanno fondato questa giovane realtà a Villa d'Almè nel 2018 e da allora non si sono più fermate: nel 2019 hanno vinto nella categoria dei progetti di associazionismo il Bando Idee 2019, il contributo a fondo perduto di 25 mila euro complessivi erogato dall'Azienda Speciale Consortile Valle Imagna-Villa d'Almè grazie proprio a questo progetto, inizialmente previsto per il 2020 ma slittato per ovvi motivi sanitari.

Nel frattempo, in periodo di lockdown, le due giovani si sono date da fare dedicandosi all'organizzazione di nuove performance, iniziative, progetti e rassegne, che prenderanno vita fra il 2021 ed il 2022. “Siamo felici, perché non è scontato che un'Associazione piccola come la nostra riesca a farsi strada in questo mondo – conclude Alice – Siamo ancora giovani, siamo nate soltanto nel 2018 ma in questi tre anni di vita abbiamo vinto tre bandi. Ci stiamo dando parecchio da fare, stiamo lavorando sodo e questo ci dà un'enorme soddisfazione. Cosa penso del futuro? Che sia ancora tutto da costruire”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Ottobre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph