Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Funicolare San Pellegrino, il 2 aprile tornerà a correre. Nel frattempo rinasce la Vetta

È prevista per il 2 aprile 2022 la riattivazione della funicolare di San Pellegrino Terme - la cui riqualificazione è pronta ormai da oltre due anni - e che da Viale della Vittoria condurrà alla Vetta, storica località di San Pellegrino.
11 Gennaio 2022

È prevista per il 2 aprile 2022 la riattivazione della funicolare di San Pellegrino Terme - la cui riqualificazione è pronta ormai da oltre due anni - e che da Viale della Vittoria condurrà alla Vetta, storica località di San Pellegrino.

Chiusa nel marzo 1989, una volta terminati i collaudi (che dovranno essere rifatti visto che nel frattempo sono scaduti) la funicolare riaprirà dunque a distanza di 33 anni dalla sua ultima corsa. In vista della riattivazione della funicolare, pare che la Vetta già ne stia risentendo positivamente: numerose sono infatti le ville acquistate e in fase di ristrutturazione.

"Da tempo la Vetta era diventata ormai un'area degradata - spiega a L’Eco di Bergamo il vicesindaco Vittorio Milesi - e ora sta tornando a vivere. Un segnale sicuramente positivo, effetto di tutta l'operazione di sviluppo sulla nostra cittadina e in questo caso della prossima riattivazione della funicolare. Diversamente quell'area sarebbe molto probabilmente rimasta abbandonata. Invece ora si stanno recuperando immobili anche verso Sussia. Cosi come si cercherà di valorizzare i sentieri che dalla località partono verso Vettarola e altri punti particolarmente panoramici e di interesse naturalistico".

La rinnovata funicolare che da viale della Vittoria porta in località Vetta vanta carrozze e rotaie nuove di zecca che corrono lungo un unico binario, raddoppiando a metà della salita, videosorvegliato e illuminato. Salita non indifferente, dal momento che il percorso si articola su poco più di 700 metri, con un dislivello di quasi 300 metri e un tempo di salita stimato a 210 secondi – poco più di tre minuti e mezzo – mentre la portata massima oraria è di 315 persone a carrozza.

La Vetta, partner privati cercansi

Conclusi i lavori per la realizzazione del parco della Vetta, il Comune è ora in cerca di partner privati che possano attuare interventi di valorizzazione.

Recentemente sono state aperte le Grotte del Sogno e al momento si attendono i  finanziamenti da parte del Pnrr (Piano nazionale di resistenza e resilienza) per poter realizzare un parco tecnologico sotterraneo, che prenderà il nome di «Magic Waterglow» e verrà situato dove un tempo si trovava l’acquedotto della centrale Colleoni, nella galleria sotterranea di 220 metri.

La Vetta quindi potrebbe presto tornare in piena attività come quando, nel 1907, la società Fonte Bracca chiese la costruzione della funicolare, che venne realizzata dall’impresa dell’ingegnere Giuseppe Villoresi, il quale si occupò del tracciato, dell’albergo e della sua villa privata, futura dimora dell’automobilista Gigi Villoresi.

 

Fonte: L'Eco di Bergamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti:

Ultime Notizie

X
X
linkcross