Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Istituto Superiore S.Pellegrino, sei docenti in Romania per imparare a "insegnare" la pace

Dal 31 gennaio al 4 febbraio 2022 sei docenti dell’istituto superiore di San Pellegrino hanno partecipato a Onesti, in Romania, al progetto di Training Activities For Teachers tenutosi presso il Colegiul National Grigore Moisil come ospiti della prima mobilità fisica, post pandemia. 
17 Febbraio 2022

Dal 31 gennaio al 4 febbraio 2022 sei docenti dell’istituto superiore di San Pellegrino hanno partecipato a Onesti, in Romania, al progetto di Training Activities For Teachers tenutosi presso il Colegiul National Grigore Moisil come ospiti della prima mobilità fisica, post pandemia.

“In questi ultimi anni il nostro Istituto è stato particolarmente attento nel far crescere l'offerta formativa basata sugli scambi internazionali di esperienze professionali, umane e linguistiche", spiega la professoressa Gretel Tagliarini, docente di tedesco presso l'Istituto Superiore di San Pellegrino e responsabile dei Progetti di Internazionalizzazione dell'Istituto.

Il progetto Erasmus+ Ka229 Strategic Partnership 2020-1-TR01-KA229-093716_3, finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea - prosegue Tagliarini -, è un progetto di mobilità internazionale che mira, attraverso la preparazione in ogni scuola coinvolta di Docenti Tutor, alla creazione di un Helper della Pace in ciascuna classe del proprio Istituto di provenienza. Gli studenti diverranno promotori di pace, coinvolti nella cultura della non violenza, educati all’integrazione e quindi alla tolleranza e alla cooperazione. Inoltre, adeguatamente preparati e supportati, diverranno risorse sia nella scuola che nella comunità per la gestione dei conflitti e l’integrazione di gruppi ‘vulnerabili’.”

Il tema sviluppato in questi cinque giorni di attività è stato ‘Innovative Approaches For Promoting Peer mediation'. La Dirigente Scolastica, Prof.ssa Irina–Lavinia Enache, e la coordinatrice del progetto prof.ssa Smarandita Virginia Braescu con il loro discorso di benvenuto hanno accolto calorosamente le altre scuole partner, Kirkkonaklar Anadolu Lisesi (Turchia), Profesionalna gimnaziya po transport i agrarni tehnologii "N.Y.Vapcarov" (Bulgaria), Istituto Superiore “San Pellegrino” (Italia).

“L’ice-breaking per conoscersi meglio, la preparazione e l’esecuzione di canti e balli tradizionali degli studenti, L’International Symposium - International School Day of Non Violence and Peace, ci hanno fatti sentire uniti nella nostra diversità,” continua Gretel Tagliarini. Varie, interessanti, utili e ben condotte le attività programmate dalla scuola che hanno visto il coinvolgimento di tutti i docenti partecipanti: Managing Conflict and High Emotion în Mediation, Active listening and Assertivness, The Mediation Process and Dispute Resolution, Introduction to the GROW Coaching Model, Coaching Tools for Personal Development.

Tutte le attività son state condotte in lingua inglese, che è la lingua comunemente adottata negli scambi Erasmus. “Con grande piacere siamo stati accolti nella comunità ospitante in sala consiliare dal Sindaco del Municipio di Onesti. Grazie a questo coinvolgimento la coordinatrice Prof.ssa Virginia Braescu e l’Erasmus Team ha fatto sentire gli ospiti parte integrante della comunità.” Onesti è la città natale della campionessa Olimpica di Ginnastica Artistica Nadia Comaneci e tutto, in questa città rumena, la celebra e ricorda le sue imprese sportive. Questo progetto ora proseguirà con un nuovo appuntamento.

“I Progetti Erasmus sono contraddistinti dalla caratteristica della reciprocità e quindi adesso toccherà a noi - conclude la professoressa Tagliarini - aspettiamo tutti i partners la prima settimana di aprile presso l’Istituto Superiore San Pellegrino per la seconda mobilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

X
X
linkcross