Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Volley Bergamo 1991 con i ragazzi di "1,2,3 Adesso Tocca a Te" ai Giochi Nazionali Estivi Special Olympics di Torino

Anche Bergamo, grazie al Volley Bergamo 1991 è presente ai XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics di Torino, in programma dal 4 al 9 giugno 2022, con i ragazzi del progetto […]
6 Giugno 2022

Anche Bergamo, grazie al Volley Bergamo 1991 è presente ai XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics di Torino, in programma dal 4 al 9 giugno 2022, con i ragazzi del progetto “1,2,3 adesso tocca a te”. Il gruppo è formato da ragazzi con sindrome di Down nato dieci anni fa grazie all’idea di alcuni tecnici della Scuola Pallavolo Bergamo in collaborazione con l’ AIPD (Associazione Italiana Persone Down).

Questi Giochi segnano il ritorno all’attività sportiva in presenza per tutto il movimento Special Olympics e porteranno a Torino oltre tremila atleti provenienti da ogni angolo d’Italia insieme a tecnici, accompagnatori, famiglie e volontari. “Special Olympics è un’organizzazione internazionale che si occupa di sport inclusivo: attività sportive a carattere educativo rivolte a tutti gli atleti, disabili e non - spiega Ezio Draghi, responsabile del progetto “1,2,3 adesso tocca a te - L’obiettivo è quello di costruire un gruppo che sviluppi e promuova l’inclusione, la solidarietà, l’accettazione e la valorizzazione della diversità a tutti i livelli”.

“1,2,3 adesso tocca a te” è nato dieci anni fa grazie all’idea di alcuni tecnici della Scuola Pallavolo Bergamo in collaborazione con l’ AIPD (Associazione Italiana Persone Down). Fin dall’inizio del progetto, questo gruppo speciale di ragazzi è diventato parte del settore giovanile del Volley Bergamo 1991. "La pallavolo non è uno sport facile”, continua Draghi, “ si mettono in gioco moltissime abilità diverse e tanta fisicità ma l'obiettivo a cui abbiamo mirato è stato quello di farli sentire uniti e partecipi.”

Gli atleti che, sotto la guida di Mariella Stabilino e Valentina Nava si sono allenati duramente per arrivare alla rassegna Nazionale di Torino, sono tutti ragazzi che alternano il loro impegno sportivo con le attività scolastiche e/o lavorative e i loro impegni sociali. “Negli ultimi due anni il gruppo si è allenato anche restando a casa ed ha partecipato alla versione “Smart” dei giochi”, commenta Valentina Nava una delle allenatrici, “hanno dimostrato una grandissima costanza e una straordinaria voglia di fare squadra anche durante tutta la pandemia, un comportamento che doveva sicuramente essere premiato con questa opportunità”.

Il regolamento della pallavolo è stato modificato ad hoc per permettere maggiore continuità di gioco. “Il gioco”, spiega Valentina, “si svolge seguendo i principi di Special Olympics, e in questo caso è prevista l'attività di sport unificato. Questo permette l'inserimento di partner, al massimo tre, che possono aiutare nella fase di costruzione, ma lasciando l'ultimo tocco dell'azione a un ragazzo disabile. È un progetto corale, ma che non sarebbe decollato senza l'impegno delle allenatrici e delle partner che da anni partecipano alla gestione del progetto.”

I Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, in programma dal 4 al 9 giugno 2022 a Torino rappresentano il più grande evento nazionale di sempre, dedicato alle persone con disabilità intellettive per numeri di Atleti coinvolti e discipline sportive proposte. Oltre 3000 atleti che gareggeranno in venti specialità: Atletica leggera, Badminton, Bocce, Bowling, Calcio a 5, Canottaggio, Dragon boat, Equitazione, Ginnastica artistica e ritmica, Indoor Rowing, Karate, Golf, Nuoto, Nuoto in acque aperte, Pallacanestro, Rugby, Tennis e Tennistavolo e, naturalmente, il Volley.

“Insieme a Valentina, e a sei partner meravigliose, alleniamo questo gruppo e siamo molto emozionati, di poter partecipare a questa rassegna”. Commenta Mariella Stabilino, allenatrice e una delle fondatrici del gruppo. “Saranno giorni intensi, con una cerimonia d’apertura in grande stile. Al di là del risultato finale, ogni performance rappresenta una vittoria personale. Tutti gli atleti presenti riceveranno una medaglia, ma la vittoria più bella sarà l’opportunità sportiva, relazionale, inclusiva ed emotiva che ognuno di noi si porterà a casa. E se avessimo anche dei bei risultati, faremo una doppia festa”.

Il programma delle gare prevede la presenza di 2 formazioni bergamasche. “1, 2, 3 adesso tocca a te” si presenterà con una squadra mista che sarà guidata dalla panchina da Valentina Nava e che potrà contare su tre partner esperti che sono Federica Fontana (una delle prime atlete ad innamorarsi del progetto; proveniente dalle giovanili di Volley Bergamo e tuttora in attività nel campionato B1), Claudio Chigioni ed Elena Oppizzi. La seconda squadra, tutta al femminile, è allenata da Mariella Stabilino e si gioverà di Viviana Tomaselli, Michela Di Noto e Gloria Nava.

I ragazzi che partiti per Torino sono una quindicina e sono impegnati settimanalmente tutto l'anno: agli allenamenti spesso hanno partecipano le ragazze del settore giovanile del Volley Bergamo e i cadetti dell'Accademia della Guardia di Finanza; non sono mancate collaborazioni anche con l'Università di Bergamo e col Cus (Centro Universitario Sportivo) di Dalmine presso cui spesso si sono svolti allenamenti, gare ed eventi. Il gruppo è partito domenica mattina 5 giugno ed è composto da: Beatrice Astori, Arianna Bellezza, Rebecca Brivio, Francesco Comotti, Martina Eligio, Simone Ghilardi, Maria Paggani, Laura Perico, Elisabeta Andrea Pirlea, Giulia Santangeletta, Andrea Tassetti, Andrea Tomasoni, dalle allenatrici Maria Stabilino, Valentina Nava, Giulia Cagnoli, Federica Fontana e da Gloria Nazia, Viviana Tomaselli, Elena Oppizzi, Claudio Chigioni e la coordinatrice Greta Pugliese.

“#TORniamoINcampO è il claim che accompagnerà questi Giochi” conferma Greta. “E non è un caso. L’ unicità e la prima caratteristica di questo grande evento, il più atteso di sempre dal momento che segnerà il ritorno ai Giochi Nazionali Special Olympics in presenza dopo il lungo periodo di distanziamento causato dalla pandemia covid-19. #TORniamoINcampO e lo facciamo lì dove, nel Claim, si legge a lettere maiuscole perché Torino è la città dello sport per antonomasia (ha ospitato le Olimpiadi Invernali) e i nostri Atleti non vedono l’ora di gareggiare nell’unico modo che conoscono: con tutte le forze!”

A dare ufficialmente il via ai XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics di Torino 2022  è stata la Cerimonia d’Apertura (a ingresso libero e gratuito) domenica 5 giugno alle ore 21 presso lo Stadio Olimpico “Grande Torino”. L’evento ha seguito il protocollo olimpico, iniziando con la sfilata delle delegazioni e proseguendo con il giuramento dei giudici e degli Atleti: “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”. Poi l’ingresso nello stadio della torcia simbolo di pace e speranza, scortata da un Atleta e un Atleta partner, con l’accensione del tripode; a dichiarare ufficialmente aperti i Giochi sarà, infine, il Sindaco di Torino Stefano Lo Russo. Nel corso della serata non sono mancati momenti di musica e spettacolo, così come i saluti istituzionali, con la presenza della cantante Arisa in qualità di ospite d’onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross