Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Parchi gioco inclusivi, finanziati da Regione Lombardia altri 7 progetti in Val Brembana e Imagna

Questi ulteriori finanziamenti andranno ad aggiungersi ai 12 già approvati lo scorso dicembre e ai 5 dello scorso ottobre, per un totale di 24 progetti.
25 Febbraio 2021

Sono 7 i nuovi progetti per la realizzazione ed adeguamento di parchi gioco inclusivi che verranno finanziati da Regione Lombardia in Valle Brembana e Imagna. Questi ulteriori finanziamenti andranno ad aggiungersi ai 12 già approvati lo scorso dicembre e ai 5 dello scorso ottobre, per un totale di 24 progetti.

Il bando prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto ai progetti approvati, andando così a coprire fino ad un massimo del 95% delle spese. In Valle Brembana e Valle Imagna, il contributo concesso è pari a 208,5 mila euro complessivi, 120 mila per i Comuni valdimagnini e 88,5 mila per quelli brembani.

Per quanto riguarda la Valle Imagna, i Comuni ad aver ricevuto l'ok sono quattro e riceveranno tutti 30 mila euro ciascuno: Capizzone, Brumano, Fuipiano Valle Imagna ed Almenno San Bartolomeo. In Valle Brembana, invece, i Comuni sono tre: Branzi e Val Brembilla, che riceveranno entrambi 30 mila euro, e Lenna con un contributo di 28,5 mila euro. Un ulteriore paese, Piazzolo, è stato ammesso ma il progetto non è finanziabile a causa dell'esaurimento delle risorse disponibili dal bando.

A livello provinciale, sono 21 i nuovi progetti approvati: Romano di Lombardia, Valbrembo, Sorisole, Pumenengo, Capizzone, Trescore Balneario, Misano Di Gera D’Adda, Vigano San Martino, Bariano, Credaro, Lenna, Lurano, Branzi, Val Brembilla, Torre De’ Roveri, San Paolo D’Argon, Torre Boldone, Brumano, Endine Gaiano, Fuipiano Valle Imagna e Almenno San Bartolomeo. Totale complessivo: 617.506,90 euro.

Il gioco rappresenta un momento fondamentale nella crescita e nello sviluppo delle relazioni sociali per tutti i bambini. Garantire il diritto al gioco – sottolinea Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità – è da sempre una delle priorità di Regione Lombardia, che attraverso lo stanziamento di importanti risorse messe a disposizione dei Comuni intende dare la possibilità di progettare e adeguare degli spazi che possano essere fruibili da tutti. Permettere a tutti i bambini più piccoli di accedere agli spazi di gioco, senza barriere architettoniche, è fondamentale per la promozione dell’inclusione sociale”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross